fbpx

Tin Bullet

Freedom don’t come free

Freedom don’t come free

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Paranoia
La libertà ha un prezzo, come dice David Chamberlain (di cui copiamo il titolo di una canzone per il titolo della puntata, con tanto di errore che fa più “Country music”).
Kit ha liberato gli altri sintetici di Tin Bullet e Elmer ha pensato di potersi offrire come agnello sacrificale per mettere fine alla loro sofferenza, e alla sua… Ma il Direttore aveva un piano leggermente diverso in testa e ora Elmer, Kit e Emmet dovranno vivere con le conseguenze delle loro scelte…
In coda vi ricordiamo di mettere il bookmark sul Kickstarter di Valraven che ci vedrà coinvolti in prima persona! Lo trovate qui https://bit.ly/3mecfIs
The End of the rope

The End of the rope

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Paranoia

La situazione a Tin Bullet si fa sempre più tesa e le motivazioni del Direttore sono sempre più contorti e sadici. ma una cosa è chiara: guadagnarsi la libertà non sarà facile, per il nostro piccolo gruppo di cowboy! Specie quando all’orizzonte si prospetta un’impiccagione. Quali nuove torture avrà in mente il Direttore per Elmer, Kit e Emmet?

Free will

Free will

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Paranoia

Il Direttore ha messo subito in chiaro una cosa con Elmer: Dio non è un’entità lontana e disinteressata, ma una persona con potere assoluto su chi vive a Tin Bullet, e forse il libero arbitrio è solo un’illusione a cui i cervelli bio-elettronici di Elmer e compagni si stanno aggrappando perchè sono programmati per pensare in questo modo.

West World is the Best World

West World is the Best World

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Paranoia

Tin Bullet, Arizona, 1865. Tin Bullet è un villaggio nè ricco, nè povero, abbastanza popoloso senza essere una metropoli, abbastanza vicino al confine da avere a volte problemi con i banditi messicani, ma senza essere mai sopraffatto, abbastanza vicino a dove i minatori vanno a cercare oro e al tempo stesso vicino ai territori navajo. La vita scorre lenta a Tin Bullet, normalmente, e Dio è l’unico compagno di molti di coloro che abitano nelle fattorie appena fuori dal villaggio. Gli abitanti di Tin Bullet sono completamente ignari di chi sono davvero e di cosa il sottosuolo di Tin Bullet nasconde agli occhi di tutti.