fbpx

Dust Arise

Lacrimosa

Lacrimosa

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Edge of the Empire

Il silenzio viene interrotto dal continuo e ritmico sbattere di una porta automatica, Omar è veloce nel suo lavoro, ma il tempo passa e la stazione non smette mai di cantare.

We Share Our Mothers Health

We Share Our Mothers Health

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Edge of the Empire

La stazione non tocca ciò che è morto… qualsiasi cosa voglia dire non possono stare fermi, la stazione non lo permette, devono procedere, devono arrivare al centro di Phobos, scoprire cosa è successo, la stazione parla nelle loro menti.

Keep Your Lips Sealed

Keep Your Lips Sealed

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Genesys

La nave ammiraglia Black Star è sempre più vicina a Phobos. Mentre ancora le parole di Tai ronzano nella mente di tutti, vengono convocati per la riunione strategica che apre la missione. Tai assieme al Capitano Kenford spiegano le specifiche di ciò che accadrà una volta che avranno lasciato la nave.

I’ll Keep Coming

I’ll Keep Coming

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Genesys

C’è un momento di respiro tra un grido e l’altro. Anche per i protagonisti si apre una parentesi pacifica mentre Tai Opa, CEO dell Wsir Inc. fa visita ad ognuno di loro. Quale è il suo scopo finale, tradirli tutti oppure davvero sta facendo il possibile per evitare la guerra planetaria?

Star Shopping

Star Shopping

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Genesys

Nella chiesa di Vicious Scar i colpi di fucile volano, sia contro il nemico comune, l’uomo in nero, BabaYaga, sia tra Santana E Vinnie. Dietro di loro su un crocefisso in plastica sembra che vi sia appeso qualcuno di vivo.

Senza Lingua

Senza Lingua

Show:
Fa parte di
Abbiamo giocato a Genesys

27 Gennaio 1923, una mattina fredda e nebbiosa a Torino. Bruno Parisi, capo della squadra mobile della polizia, viene convocato al Museo Egizio per investigare su un suicidio avvenuto in circostanze sospette: al morto manca la lingua. Gli unici che potrebbero sapere qualcosa sono il manutentore, Ettore Giordano, il restauratore, Giulio Mancuso, e una delle guardie, Orlando Marra.