fbpx

Being Human

Grand Finale

Grand Finale

Show:
Fa parte di -
Abbiamo giocato a Being Human

Come fili che si intrecciano a formare un arabesco, le storie delle vite degli dei si intrecciano in un unico filone narrativo nella seconda e ultima parte di Godspeed Inc. A quali compromessi dovranno sottoporsi le antiche divinità che vivono nel nuovo, sprezzante mondo della San Francisco dei giorni nostri?

Ma soprattutto: riusciremo a capire come fa Maruska ad avere il dono dell’ubiquità?

 

Godspeed Inc.

Godspeed Inc.

Show:
Fa parte di -
Abbiamo giocato a Being Human

Nella meravigliosa San Francisco degli anni 2000 la Godspeed Incorporated sta passando un pessimo trimestre. Il suo CEO è Eddie Mercury, precedentemente conosciuto dai greci come Hermes, protettore dell’eloquenza e dei commerci, non è di buon umore.

Baron Samedi, o Sam, come si fa chiamare ora, fa da usciere al piano terra della sede centrale della Godspeed, vivendo alla giornata e godendosi i sollazzi di San Francisco.

Simon Beck, per gli amici Sobek, dio del Nilo e della fertilità della terra, è diventato un giostraio e sta più vicino che può alla giostra degli innamorati, in cui cigni di plastica assistono a smancerie sette giorni su sette.

Afrodite passa le sue tristi giornate lavorando in un call center e cercando di tirarsi su intrattenendo spasimanti tramite una linea erotica.

In ultimo Kanaloa (Carl Nolan), il dio del mare Hawaiano, passa le sue giornate al porto prendendosi cura dei suoi amici come può.

Cinque dei costretti a vivere tra i mortali, cinque storie diverse destinate ad intrecciarsi.