La Stamberga

Grazie a Simone Bonavita per questo oggetto scritto per Dungeon World e a Jey per il bellissimo disegno.

Stamberga*
1d6, vicino, lontano, area piccola**, a due mani, impatto, devastante, meccanica 3***, peso 5

Questa meraviglia dei mastri ingegneri del consiglio degli armaioli dell’antico impero di Browning è l’ultimo esemplare rimasto su Ardutan anche se se ne sono perse le tracce.
Capace di gettare sugli avversari una pioggia di dardi in modo da sfoltirne le schiere rimane poco pratica da sola a causa del tempo necessario per avviare il caricatore rotante e per cambiarlo dopo alcune raffiche.
Ancora oggi le storie di come dieci di questi strumenti di morte abbiano portato allo sterminio degli antici guerrieri Samurey elfici solleticano il sogno di ogni sovrano di poterne avere un arsenale a propria disposizione.

* la Stamberga ha un proprio valore di danno come alcune armi montate sui veicoli di “Inverse World” di Jacob Randolph & Brandon Schmelz
** la Stamberga ha l’etichetta area di “Inverse World” di Jacob Randolph & Brandon Schmelz: Un’arma con questa etichetta causerà il suo effetto su qualunque cosa in una data area. Può essere un’area grande o piccola, ma tutto ciò che è al suo interno sarà colpito.
*** la Stamberga ha una propria nuova etichetta “meccanica n”: Prima di poter effettuare un attacco con questa arma ci vuole un po’ di tempo, poi l’arma funzionerà per il numero di usi indicato dal numero dell’ etichetta prima che sia necessario preparala nuovamente.